Bill Gates parla di Windows 8 e del futuro di Microsoft

 

Nel corso del Media Summit di Abu Dhabi, Bill Gates ha confermato che si occuperà a tempo pieno della sua fondazione e quindi non tornerà in Microsoft, seguendo la strada intrapresa da Steve Jobs con Apple. Ciò nonostante non lascerà l’azienda (è membro del consiglio di amministrazione), ma continuerà a seguire da vicino i piani futuri, in particolare la trasformazione da software house a produttore di tablet. Il 26 ottobre, infatti, Microsoft lancerà sul mercato i due Surface con Windows 8 e Windows RT.

Bill Gates ha una lunga storia con i tablet. Nel 2002, quando era ancora alla guida dell’azienda di Redmond, ha annunciato Windows XP Tablet PC Edition, una versione del sistema operativo desktop con alcune funzionalità specifiche per i tablet PC, tra cui il supporto per l’input tramite stilo e la rotazione dello schermo. Il tentativo di portare Windows sui dispositivi mobile non ha però avuto il successo sperato. Dieci anni dopo è nato Windows 8, sviluppato appositamente per questi device, che Microsoft ha deciso di spingere sul mercato aggiungendo la compatibilità con l’architettura ARM e producendo in proprio i due Surface.

L’attuale CEO, Steve Ballmer, in un lettera indirizzata agli azionisti, ai partner e ai dipendenti, definisce Microsoft come una “devices and services company”, ovvero un’azienda che non sviluppa solo software, ma anche hardware che permetterà agli utenti di utilizzare al meglio i servizi di comunicazione, intrattenimento e produttività. Windows 8 unirà dunque le caratteristiche tipiche di un tablet con la potenza di un PC.

Sono molte le novità in arrivo: Office 2013, Xbox Music, SmartGlass, SkyDrive e Skype, applicazioni e servizi che offriranno agli utenti un’esperienza unica su PC, notebook e tablet, combinando il tradizionale desktop con i nuovi fattori di forma mobile. Microsoft quindi si appresta a entrare in una nuova era. Nei prossimi anni l’azienda svilupperà altri prodotti (forse anche smartphone), diventando sempre più simile ad Apple.